La missione cattolica italiana

Ultimo aggiornamento 04 Novembre 2008

La missione di Liegi, ha preso le sue mosse probabilmente, in modo informale, Don Gaudio Biagio e Don Domenico Forte per poi essere affidata, nel 1951 ai Frati Minori. Padre Principi Pio e Padre Faggion Antonio sono i primi frati destinati ad essa.
Quando, il 14 febbraio 1958, è riconosciuta con le altre missioni parrocchia con " cura animarum" è diretta da Paolino Cristofori.

P
adre Grolla, giunto in quel di Liegi agli inizi degli anni 60, si dedicò con passione alla creazione di gruppi giovanili. Piano piano, il desiderio di dare a questi giovani un luogo di incontro comune, ha spinto il padre ad acquistare una casa, per dare origine, nel 1966, al centro St. Croix, la base del centro sociale italiano, aperto a giovani e meno giovani.
Quando negli anni '80 si eseguono le espropriazioni di place St Lambert, padre Grolla acquista a Rocourt l'attuale Centro Sociale che era in uno stato pietoso, lo riabilita e l'amplia rendendolo punto di riferimento per gli italiani di Liegi.
All'inizio degli anni '90 i frati si ritirano definitivamente dall'animazione della Missione. A reggerla sono chiamati sacerdoti diocesani, che risiedono nei locali della missione.

Dal 1° novembre 2005 un nuovo sacerdote è a servizio degli Italiani: Don Nino RUSSO. Il Vescovo però ha preferito inserirlo nella parrocchia di S. Jean-Marie Vianney, a Chenée in aiuto alla parrocchia e a servizio della Missione di Liegi